Albo sindacale

 

Cosa sono le RSU

Le RSU, rappresentanze sindacali unitarie, sono l’organismo di rappresentanza dei lavoratori nei luoghi di lavoro. Vengono elette a suffragio universale, con voto segreto, su liste concorrenti. I risultati delle votazioni, insieme con i dati del tesseramento, concorrono a definire la rappresentatività delle organizzazioni sindacali.

Su questi dati si fondano sia il diritto a partecipare alle trattative nazionali sia le quantità di libertà sindacali (distacchi, permessi, indizione delle assemblee, uso di locali, affissione di materiale, ecc.) destinate ad ogni sindacato. Come obiettivo si pongono la partecipazione unitaria dei lavoratori alla gestione del CCNL, il Contratto collettivo nazionale di lavoro, e alla contrattazione aziendale integrativa. Alle RSU sono demandate le funzioni e i compiti già attribuiti alle RSA (le Rappresentanze sindacali aziendali) dalla L. 300/70 (lo Statuto dei lavoratori).

Caratteristiche delle RSU

Nei comparti delle pubbliche amministrazioni, le RSU presentano quattro caratteristiche: sono un organismo unico, perché allo stesso tempo rappresentano tutti i lavoratori, esercitano i poteri sindacali di contrattazione, consultazione e partecipazione, e sono presenti in tutti i luoghi di lavoro; elettivo, votato su liste concorrenti di organizzazione, legittimato dal voto diretto di tutti i lavoratori, iscritti (associati) e non; pluralista, vi possono concorrere tutte le associazioni sindacali, formalmente costituite e statutariamente democratiche, che accettano le tre condizioni previste: siano firmatarie del CCNL di comparto; abbiano sottoscritto o, comunque, abbiano aderito all’accordo quadro per la elezione delle RSU dell’estate del ’98; abbiano presentato una lista sottoscritta da almeno il 2% degli aventi diritto nelle amministrazioni fino a 2.000 dipendenti, o da almeno 200 dipendenti per le amministrazioni di maggiore dimensioni; unitario, perché favoriscono una composizione professionale e di genere della rappresentanza, impegna a decisioni condivise dalla maggioranza (cfr. art. 8 dell’Accordo Aran-Confederazioni dell’estate ‘98); e, ancora, perché impegnano le organizzazioni sindacali, che concorrono e aderiscono alle RSU, a non costituire le RSA.

Per il buon funzionamento della contrattazione occorre che vi sia una unità di intenti, all’interno della RSU e tra questa e le rappresentanze sindacali, co-titolari della contrattazione. Per il successo della negoziazione si presuppongono altri, specifici ingredienti: il consenso dei lavoratori; la capacità comunicativa; il possesso delle tecniche e delle competenze specifiche del negoziatore; la conoscenza del CCNL (materie e strumenti di negoziazione).

2020-2021

Contrattazione_20-21

Allegato

Relazione_Tecnico_Finanziaria_Contrattazione_20-21

Protocollo_di_Intesa

2019-2020

Contratto collettivo integrativo di Istituto – Ipotesi di contratto 2019-2020

Verbale 18 dicembre 2019

Verbale 24 gennaio 2020

2018-2019

Convocazione RSU – 26 gennaio 2019

Convocazione RSU – 6 febbraio 2019

Verbale 5 luglio 2018

Verbale 30 agosto 2018

Verbale 6 febbraio 2019

Contratto collettivo integrativo di Istituto – Ipotesi di contratto 2018-2019

Allegato 1

Allegato 2

2017-2018

Contratto collettivo integrativo di Istituto – Ipotesi di contratto 2017-2018

2016-2017

Contratto collettivo integrativo di Istituto – 2016-2017